Recensioni

Pittore americano Andrew Wyeth

Pittore americano Andrew Wyeth

Nato il 12 luglio 1917, a Chadds Ford, in Pennsylvania, Andrew Wyeth era il più giovane di cinque figli nato dall'illustratore N. C. Wyeth e sua moglie. Andrew venne dotato di una brutta anca e frequenti attacchi di malattie, ei genitori decisero che era troppo fragile per frequentare la scuola, quindi assunse insegnanti. (Sì. Andrew Wyeth è stato istruito a casa.)

Mentre gli aspetti della sua infanzia erano piuttosto solitari, per la maggior parte, la vita nella casa di Wyeth era piena di arte, musica, letteratura, narrazione, una successione infinita di oggetti di scena e costumi che NC usava per comporre i suoi dipinti e, ovviamente , la grande famiglia Wyeth.

Il suo inizio nell'arte

Andrew ha iniziato a disegnare in tenera età. N. C. (che ha insegnato a molti studenti, tra cui le figlie Henriette e Carolyn) non ha saggiamente tentato di istruire "Andy" fino a quando non aveva raggiunto l'età di 15 anni e ha avuto una vaga idea del suo stile. Per due anni, il giovane Wyeth ha ricevuto da suo padre una rigorosa formazione accademica in disegno e tecnica pittorica.

Liberato dallo studio Wyeth ha anche voltato le spalle agli oli come mezzo di pittura, scegliendo invece acquerelli meno indulgenti. Coloro che hanno familiarità con le opere successive sono spesso sorpresi dai suoi primi numeri di "pennello bagnato": eseguiti rapidamente, tratti ampi e pieni di colore.

N. C. era così entusiasta di questi primi lavori che li mostrò a Robert Macbeth, un commerciante d'arte di New York City. Non meno entusiasta, Macbeth ha organizzato una mostra personale per Andrew. I più entusiasti di tutti erano le folle che si affollavano per guardare e comprare. L'intero spettacolo è stato venduto in due giorni e, all'età di 20 anni, Andrew Wyeth era una stella nascente nel mondo dell'arte.

Punto di svolta

Durante i suoi 20 anni Wyeth iniziò a dipingere più lentamente, con maggiore attenzione ai dettagli e alla composizione e meno enfasi sul colore. Aveva imparato a dipingere con la tempera all'uovo e si alternava con il metodo dell'acquerello a "pennello asciutto".

La sua arte subì un drammatico cambiamento dopo l'ottobre del 1945 quando N. C. fu colpito e ucciso in un passaggio a livello. Uno dei suoi due pilastri della vita (l'altro era la moglie Betsy) era sparito e lo dimostrava nei suoi dipinti.

I paesaggi sono diventati più sterili, le loro tavolozze sono state disattivate e le figure occasionali che sono apparse sembravano enigmatiche, toccanti e "sentimentali" (una parola critica per l'arte che il pittore è venuto a detestare).

Wyeth in seguito disse che la morte di suo padre "lo aveva reso", il che significa che il dolore lo fece concentrare intensamente e lo costrinse a dipingere con profonda emozione andando avanti dalla metà degli anni '40.

Lavoro maturo

Sebbene Wyeth abbia fatto molti ritratti, è meglio conosciuto per interni, nature morte e paesaggi in cui le figure sono in gran parte assenti - Il mondo di Christina è l'eccezione più notevole. Con il passare degli anni la sua tavolozza si illuminò un po 'e le opere in ritardo contengono accenni di colore vibrante.

Alcuni professionisti dell'arte considerano il lavoro di Andrew Wyeth nella migliore delle ipotesi mediocre, anche se un segmento in crescita lo sostiene. L'uscita di "The People's Painter" è amata dalla stragrande maggioranza dei fan dell'arte, e per favore sappiate anche questo: non ci sono artisti chi non avrebbe colto al volo l'occasione di osservare la sua tecnica di lavoro.

Wyeth è morto il 16 gennaio 2009, a Chadds Ford, in Pennsylvania. Secondo un portavoce, il signor Wyeth è morto nel sonno, a casa sua, dopo una breve malattia non specificata.

Opere importanti

  • Inverno 1946, 1946
  • Il mondo di Christina, 1948
  • giorno della marmotta, 1959
  • Camera da letto principale, 1965
  • La figlia di Maga, 1966
  • helga serie, 1971-85
  • Snow Hill, 1989

Citazioni di Andrew Wyeth

"Preferisco l'inverno e l'autunno quando senti la struttura ossea del paesaggio - la solitudine di esso, la sensazione di morte dell'inverno. Qualcosa aspetta sotto di esso; l'intera storia non mostra."
"Se ti mostri completamente, tutta la tua anima interiore scompare. Devi tenere qualcosa alla tua immaginazione, a te stesso."
"Ricevo lettere da persone sul mio lavoro. La cosa che mi piace di più è che il mio lavoro tocca i loro sentimenti. In realtà, non parlano dei dipinti. Finiscono per raccontarmi la storia della loro vita o di come il padre morto."

 

Guarda il video: Andrew WYETH (Febbraio 2020).