Nuovo

Guerra civile americana: battaglia di Gettysburg

Guerra civile americana: battaglia di Gettysburg

Dopo la sua straordinaria vittoria nella battaglia di Chancellorsville, il generale Robert E. Lee decise di tentare una seconda invasione del Nord. Sentiva che una tale mossa avrebbe sconvolto i piani dell'esercito dell'Unione per la campagna estiva, avrebbe permesso al suo esercito di vivere al di fuori delle ricche fattorie della Pennsylvania e avrebbe aiutato a ridurre la pressione sulla guarnigione confederata a Vicksburg, MS. Sulla scia della morte del Tenente Gen. Thomas "Stonewall" Jackson, Lee riorganizzò il suo esercito in tre corpi comandati dal Tenente Gen. James Longstreet, Ten. Gen. Richard Ewell e Ten. Gen. A.P. Hill. Il 3 giugno 1863, Lee iniziò tranquillamente ad allontanare le sue forze da Fredericksburg, in Virginia.

Gettysburg: Brandy Station e Hooker's Pursuit

Il 9 giugno, la cavalleria dell'Unione sotto il Mag. Gen. Alfred Pleasonton ha sorpreso il Magg. Gen. J.E.B. Corpo di cavalleria confederata di Stuart vicino a Brandy Station, VA. Nella più grande battaglia di cavalleria della guerra, gli uomini di Pleasanton hanno fermato i Confederati, dimostrando che erano finalmente uguali ai loro omologhi meridionali. Seguendo la Brandy Station e le notizie sulla marcia di Lee verso nord, il Magg. Gen. Joseph Hooker, al comando dell'Esercito del Potomac, iniziò a muoversi all'inseguimento. Rimanendo tra i Confederati e Washington, Hooker si spinse a nord quando gli uomini di Lee entrarono in Pennsylvania. Mentre entrambi gli eserciti avanzavano, Stuart ottenne il permesso di condurre la sua cavalleria in un giro attorno al fianco orientale dell'esercito dell'Unione. Questo raid ha privato Lee delle sue forze di scouting nei primi due giorni della battaglia imminente. Il 28 giugno, dopo una discussione con Lincoln, Hooker fu sollevato e sostituito dal Magg. Gen. George G. Meade. Pennsylvanian, Meade continuò a spostare l'esercito a nord per intercettare Lee.

Gettysburg: l'approccio degli eserciti

Il 29 giugno, con il suo esercito sparato in un arco dalla Susquehanna a Chambersburg, Lee ordinò alle sue truppe di concentrarsi a Cashtown, in Pennsylvania, dopo aver sentito che Meade aveva attraversato il Potomac. Il giorno dopo, Confederato Brig. Il generale James Pettigrew osservò la cavalleria dell'Unione sotto Brig. Gen. John Buford che entra nella città di Gettysburg a sud-est. Lo riferì alla sua divisione e ai comandanti del corpo, il Mag. Gen. Harry Heth e A.P. Hill, e, nonostante gli ordini di Lee di evitare un grande impegno fino a quando l'esercito non fu concentrato, i tre pianificarono una ricognizione in vigore per il giorno successivo.

Gettysburg: First Day - McPherson's Ridge

All'arrivo a Gettysburg, Buford si rese conto che l'altura a sud della città sarebbe stata fondamentale in qualsiasi battaglia combattuta nella zona. Sapendo che qualsiasi combattimento che coinvolge la sua divisione sarebbe un'azione ritardata, ha inviato i suoi soldati sulle basse creste a nord e nord-ovest della città con l'obiettivo di guadagnare tempo per l'esercito a salire e occupare le altezze. La mattina del 1 luglio, la divisione di Heth avanzò lungo il Cashtown Pike e incontrò gli uomini di Buford intorno alle 7:30. Nelle successive due ore e mezza, Heth spinse lentamente i cavalieri verso la Cresta di Mc Pherson. Alle 10:20, arrivarono gli elementi principali di I Corps del Magg. Gen. John Reynolds per rafforzare Buford. Poco dopo, mentre dirigeva le sue truppe, Reynolds fu ucciso e ucciso. Il Magg. Generale Abner Doubleday assunse il comando e l'I Corps respinse gli attacchi di Heth e provocò gravi perdite.

Gettysburg: First Day - XI Corps & the Union Collapse

Mentre i combattimenti infuriavano a nord-ovest di Gettysburg, il Mag. Gen. Oliver O. Howard's Union XI Corps stava schierando a nord della città. Composto in gran parte da immigrati tedeschi, l'XI Corpo era stato recentemente messo in rotta a Chancellorsville. Coprendo un ampio fronte, l'XI Corpo venne attaccato dal corpo di Ewell che avanzava verso sud da Carlisle, Pennsylvania. Rapidamente fiancheggiato, la linea XI Corps iniziò a sgretolarsi, con le truppe che correvano indietro attraverso la città verso Cemetery Hill. Questa ritirata costrinse l'I Corps, che era in minoranza e stava eseguendo un ritiro di combattimento per accelerare il suo ritmo. Mentre i combattimenti finivano il primo giorno, le truppe dell'Unione erano tornate indietro e stabilirono una nuova linea centrata su Cemetery Hill e correndo a sud lungo Cemetery Ridge e ad est fino a Culp's Hill. I Confederati occuparono Seminary Ridge, di fronte a Cemetery Ridge, e la città di Gettysburg.

Gettysburg: Secondo giorno - Piani

Durante la notte, Meade arrivò con la maggior parte dell'esercito del Potomac. Dopo aver rinforzato la linea esistente, Meade la estese a sud lungo la cresta per due miglia terminando alla base di una collina conosciuta come Little Round Top. Il piano di Lee per il secondo giorno era che il corpo di Longstreet si spostasse a sud e attaccasse e fiancheggiasse la sinistra dell'Unione. Questo doveva essere supportato da manifestazioni contro Cemetery e Culp's Hills. Mancando di cavalleria per esplorare il campo di battaglia, Lee non era a conoscenza del fatto che Meade avesse esteso la sua linea a sud e che Longstreet avrebbe attaccato le truppe dell'Unione anziché marciare sul loro fianco.

Gettysburg: Second Day - Longstreet Attacks

Il corpo di Longstreet non iniziò il suo attacco fino alle 16:00, a causa della necessità di contrastare il nord dopo essere stato avvistato da una stazione di segnale dell'Unione. Di fronte a lui c'era il Corpo dell'Unione III comandato dal Magg. Gen. Daniel Sickles. Insoddisfatto della sua posizione su Cemetery Ridge, Sickles aveva fatto avanzare i suoi uomini, senza ordini, a un terreno leggermente più alto vicino a un frutteto di pesche a circa mezzo miglio dalla linea principale dell'Unione con la sua sinistra ancorata su un'area rocciosa di fronte a Little Round Top noto come Devil's Den.

Mentre l'attacco di Longstreet si abbatteva contro il III Corpo, Meade fu costretto a inviare l'intero Corpo a V, la maggior parte del XII Corpo, e gli elementi del VI e II Corpo per salvare la situazione. Riportando indietro le truppe dell'Unione, si verificarono sanguinosi combattimenti nel Campo di grano e nella "Valle della morte", prima che il fronte si stabilizzasse lungo il Ridge Ridge. All'estremo estremo della sinistra dell'Unione, il 20 ° Maine, sotto il Col. Joshua Lawrence Chamberlain, difese con successo le altezze di Little Round Top insieme agli altri reggimenti della brigata del Col. Strong Vincent. Per tutta la sera, i combattimenti continuarono vicino a Cemetery Hill e intorno a Culp's Hill.

Gettysburg: terzo giorno - Lee's Plan

Dopo aver quasi raggiunto il successo il 2 luglio, Lee decise di adottare un piano simile il 3, con Longstreet che attaccava l'Unione a sinistra e Ewell a destra. Questo piano fu rapidamente interrotto quando le truppe del XII Corpo attaccarono le posizioni confederate intorno a Culp's Hill all'alba. Lee decise quindi di concentrare l'azione della giornata sul centro dell'Unione su Cemetery Ridge. Per l'attacco, Lee scelse Longstreet come comando e gli assegnò la divisione del generale Gen. George Pickett dal suo stesso corpo e sei brigate del corpo di Hill.

Gettysburg: terzo giorno - Longstreet's Assault a.k.a. Carica di Pickett

Alle 13:00, tutta l'artiglieria confederata che poteva essere messa in piedi aprì il fuoco sulla posizione dell'Unione lungo il Cimitero Ridge. Dopo aver atteso circa quindici minuti per conservare le munizioni, ottennero ottanta pistole dell'Unione. Nonostante fosse una delle più grandi cannonate della guerra, furono inflitti pochi danni. Intorno alle 3:00, Longstreet, che aveva poca fiducia nel piano, diede il segnale e 12.500 soldati avanzarono attraverso il divario aperto di tre quarti di miglio tra le creste. Colpiti dall'artiglieria mentre marciavano, le truppe confederate furono respinte sanguinosamente dai soldati dell'Unione sulla cresta, subendo oltre il 50% di vittime. È stata raggiunta solo una svolta, che è stata rapidamente contenuta dalle riserve dell'Unione.

Gettysburg: Aftermath

In seguito alla respinta di Longstreet's Assault, entrambi gli eserciti rimasero al loro posto, con Lee che formava una posizione difensiva contro un atteso attacco dell'Unione. Il 5 luglio, sotto una forte pioggia, Lee iniziò il ritiro in Virginia. Meade, nonostante le richieste di Lincoln per la velocità, seguì lentamente e non riuscì a intrappolare Lee prima di attraversare il Potomac. La battaglia di Gettysburg cambiò le sorti in Oriente a favore dell'Unione. Lee non avrebbe mai più intrapreso operazioni offensive, concentrandosi invece esclusivamente sulla difesa di Richmond. La battaglia fu la più sanguinosa mai combattuta in Nord America con l'Unione che subì 23.055 vittime (3.155 morti, 14.531 feriti, 5.369 catturati / dispersi) e i Confederati 23.231 (4.708 uccisi, 12.693 feriti, 5.830 catturati / dispersi).

Vicksburg: piano di campagna di Grant

Dopo aver trascorso l'inverno del 1863 alla ricerca di un modo per aggirare Vicksburg senza successo, il Mag. Ulysses S. Grant elaborò un audace piano per catturare la fortezza confederata. Grant propose di spostarsi lungo la riva occidentale del Mississippi, quindi si staccò dalle sue linee di rifornimento attraversando il fiume e attaccando la città da sud e da est. Questa mossa rischiosa doveva essere supportata da cannoniere comandate da RAdm. David D. Porter, che sarebbe passato a valle oltre le batterie di Vicksburg prima che Grant attraversasse il fiume.

Vicksburg: spostarsi a sud

La notte del 16 aprile, Porter guidò sette corazzati e tre trasporti a valle verso Vicksburg. Nonostante abbia avvisato i Confederati, è stato in grado di passare le batterie con pochi danni. Sei giorni dopo, Porter guidò altre sei navi cariche di rifornimenti oltre Vicksburg. Con una forza navale stabilita sotto la città, Grant iniziò la sua marcia verso sud. Dopo essere finiti in direzione di Snyder's Bluff, i 44.000 uomini del suo esercito hanno attraversato il Mississippi a Bruinsburg il 30. Spostandosi a nord-est, Grant cercò di tagliare le linee ferroviarie per Vicksburg prima di girare sulla città stessa.

Vicksburg: combattimenti attraverso il Mississippi

Scartando una piccola forza confederata a Port Gibson il 1 ° maggio, Grant avanzò verso Raymond, MS. Opposto a lui c'erano elementi dell'esercito confederato del Tenente Generale John C. Pemberton che tentarono di prendere una posizione vicino a Raymond, ma furono sconfitti il ​​12. Questa vittoria permise alle truppe dell'Unione di recidere la Southern Railroad, isolando Vicksburg. Con il crollo della situazione, il generale Joseph Johnston fu mandato a prendere il comando di tutte le truppe confederate nel Mississippi. Arrivato a Jackson, scoprì che gli mancavano gli uomini per difendersi in città e ricadde di fronte all'avanzata dell'Unione. Le truppe del Nord entrarono in città il 14 maggio e distrussero tutto ciò di valore militare.

Con Vicksburg tagliato fuori, Grant girò a ovest verso l'esercito in ritirata di Pemberton. Il 16 maggio, Pemberton assunse una posizione difensiva vicino a Champion Hill venti miglia a est di Vicksburg. Attaccando con il corpo del Magg. Gen. John McClernand e del Magg. Gen. James McPherson, Grant riuscì a spezzare la linea di Pemberton facendolo ritirare sul Big Black River. Il giorno seguente, Grant spostò Pemberton da questa posizione costringendolo a ricadere sulle difese di Vicksburg.

Vicksburg: assalti e assedio

Arrivando alle calcagna di Pemberton e desiderando evitare un assedio, Grant attaccò Vicksburg il 19 maggio e di nuovo il 22 maggio senza successo. Mentre Grant si preparava ad assediare la città, Pemberton ricevette l'ordine da Johnston di abbandonare la città e salvare i 30.000 uomini al suo comando. Non credendo di poter fuggire in sicurezza, Pemberton scavò nella speranza che Johnston fosse in grado di attaccare e alleviare la città. Grant investì rapidamente Vicksburg e iniziò il processo di affamazione della guarnigione confederata.

Quando le truppe di Pemberton iniziarono a cadere in malattia e fame, l'esercito di Grant divenne più grande quando arrivarono nuove truppe e le sue linee di rifornimento furono riaperte. Con il deteriorarsi della situazione a Vicksburg, i difensori iniziarono a chiedersi apertamente dove si trovassero le forze di Johnston. Il comandante confederato era a Jackson nel tentativo di radunare truppe per attaccare la parte posteriore di Grant. Il 25 giugno, le truppe dell'Unione hanno fatto esplodere una miniera sotto parte delle linee confederate, ma l'assalto successivo non è riuscito a violare le difese.

Alla fine di giugno, oltre la metà degli uomini di Pemberton erano malati o in ospedale. Sentendo che Vicksburg era condannato, Pemberton contattò Grant il 3 luglio e chiese le condizioni per la resa. Dopo aver inizialmente richiesto una resa incondizionata, Grant cedette e permise di parolizzare le truppe confederate. Il giorno seguente, il 4 luglio, Pemberton ha consegnato la città a Grant, dando il controllo dell'Unione sul fiume Mississippi. Insieme alla vittoria di Gettysburg il giorno prima, la caduta di Vicksburg segnò l'ascesa dell'Unione e il declino della Confederazione.