Nuovo

Che cos'è la frenologia?

Che cos'è la frenologia?

La frenologia è una pseudoscienza che utilizza le misurazioni del cranio umano per determinare i tratti della personalità, i talenti e le capacità mentali. Questa teoria, sviluppata da Franz Joseph Gall, divenne popolare nel XIX secolo durante l'era vittoriana e le sue idee avrebbero contribuito ad altre teorie emergenti come l'evoluzione e la sociologia. La frenologia è considerata una pseudoscienza perché le sue affermazioni non si basano su fatti scientifici.

Key Takeaways: che cos'è la frenologia?

  • La frenologia è lo studio dei tratti della personalità, dei talenti e delle capacità mentali come conseguenza della curvatura del cranio.
  • La frenologia è considerata una pseudoscienza a causa della mancanza di supporto scientifico per le sue affermazioni.
  • La teoria ha contribuito alla medicina perché la sua premessa di base è che le funzioni mentali sono localizzate in aree del cervello.

Definizione e principi di frenologia

Il termine frenologia deriva dalle parole greche phrēn (mente) e logos (conoscenza). La frenologia si basa sull'idea che il cervello è l'organo della mente e che le regioni fisiche del cervello possono contribuire al carattere di una persona. Anche al culmine della sua popolarità, la frenologia era controversa ed è ora considerata screditata dalla scienza.

Franz Joseph Gall. Photos.com/Getty Images Plus

La frenologia si basa in gran parte sulle idee e sugli scritti del medico viennese Franz Joseph Gall. Altri sostenitori di questa pseudoscienza furono Johann Kaspar Spurzheim e George Combe. I frenologi misurano il cranio e usano i dossi del cranio per determinare le caratteristiche di un essere umano. Gall credeva che esistessero facoltà della mente che potessero essere classificate e localizzate in regioni distinte, chiamate organi, del cervello. Ha mappato 26 organi con interspazi vuoti. Spurzheim e Combe avrebbero successivamente rinominato queste categorie e le avrebbero divise ulteriormente in più aree, come cautela, benevolenza, memoria, percezione del tempo, combattività e percezione della forma.

Gall ha anche sviluppato i cinque principi su cui si basa la frenologia:

  1. Il cervello è l'organo della mente.
  2. La capacità mentale umana può essere organizzata in un numero finito di facoltà.
  3. Queste facoltà provengono da regioni definite della superficie del cervello.
  4. La dimensione della regione è una misura di quanto contribuisce al carattere di un individuo.
  5. Il rapporto tra la superficie del cranio e il contorno della superficie del cervello è sufficiente per un osservatore per determinare le dimensioni relative di queste regioni.

Nel 1815, la Edinburgh Review pubblicò una critica atroce della frenologia, che la portò alla luce del pubblico. Nel 1838, dopo che Spurzheim confutò i punti dell'Edinburgh Review, la frenologia ottenne un seguito più ampio e si formò l'Associazione frenologica. All'inizio, la frenologia era considerata una scienza emergente, offrendo ai nuovi arrivati ​​l'opportunità di fare rapidamente nuovi progressi. Si diffuse presto nelle Americhe nel 19 ° secolo e divenne rapidamente un successo. Un grande sostenitore americano era L.N. Fowler, che avrebbe letto i capi per le tasse e tenuto lezioni sull'argomento a New York. A differenza della prima versione della frenologia, in cui gli scienziati erano più concentrati nello stabilire la sua veridicità, questa nuova forma di frenologia si occupava principalmente di letture della testa e di discutere di come ciò si riferisca alla razza. Alcuni hanno iniziato a usare la frenologia per promuovere idee razziste. È il lavoro di Fowler che diventerebbe la frenologia, le preoccupazioni razziali e tutto ciò che conosciamo oggi.

Facoltà di Gall

Gall ha creato 26 facoltà del cervello, ma il numero è aumentato nel tempo man mano che seguaci come Combe aggiungevano più divisioni. I praticanti che leggono le teste sentiranno i dossi del cranio per vedere quali delle aree tracciate da Gall erano più importanti per determinare i tratti della personalità. Questo è stato usato praticamente per dare consigli di carriera futuri ai bambini piccoli, per abbinare gli amanti compatibili e per garantire che un potenziale dipendente fosse onesto.

Un frenologo, che legge i "dossi" sulla testa delle persone, dimostrando come misurare la testa di una classe di studentesse (circa 1937). Hulton Archive / Getty Images

I metodi di identificazione di Gall non erano molto vigorosi. Sceglierebbe arbitrariamente la sede di una facoltà ed esaminerebbe gli amici con quella caratteristica come prova. I suoi primi studi riguardavano prigionieri, dai quali identificava aree "criminali" del cervello. Spurzheim e Gall avrebbero successivamente diviso l'intero cuoio capelluto in regioni più ampie, come la prudenza e l'idealità.

La sua lista originale di 26 organi è la seguente: (1) istinto di riproduzione; (2) amore dei genitori; (3) fedeltà; (4) autodifesa; (5) omicidio; (6) astuzia; (7) senso di proprietà; (8) orgoglio; (9) ambizione e vanità; (10) attenzione; (11) attitudine educativa; (12) senso della posizione; (13) memoria; (14) memoria verbale; (15) lingua; (16) percezione del colore; (17) talento musicale; (18) aritmetica, conteggio e tempo; (19) abilità meccanica; (20) saggezza; (21) lucidità metafisica; (22) spirito, causalità e senso di inferenza; (23) talento poetico; (24) buona natura, compassione e senso morale; (25) imitare; (26) e senso di Dio e religione.

Perché la frenologia è una pseudoscienza?

Senza alcun supporto scientifico per le sue affermazioni, la frenologia è considerata una pseudoscienza. Anche durante la sua era più popolare, la frenologia fu pesantemente criticata e ampiamente respinta dalla più ampia comunità scientifica. John Gordon, che scrisse la critica atroce della frenologia nella recensione di Edimburgo, ridicolizzò il pensiero "presuntuoso" che la sensazione di dossi potesse determinare i tratti della personalità. Altri articoli arrivarono al punto di affermare che i termini frenologo e sciocco erano sinonimi.

Più recentemente, i laureati dell'Università di Oxford hanno condotto uno studio empirico per rivendicare o smentire rigorosamente le affermazioni della frenologia. Usando la risonanza magnetica, la curvatura del cuoio capelluto alla gyrificazione cerebrale (i gyri sono le creste cerebrali) e le misurazioni del cuoio capelluto agli stili di vita, i ricercatori hanno concluso che non vi erano prove a sostegno del fatto che la curvatura del cuoio capelluto fosse correlata a tratti individuali o che un'analisi frenologica producesse effetti statisticamente significativi.

Il contributo di Phrenology alla medicina

Il più grande contributo di Phrenology alla medicina è che le prime idee proposte da Gall hanno suscitato interesse nella comunità scientifica sulla comprensione della mente umana e su come si relaziona con il cervello. Nonostante siano stati smascherati dai progressi della neuroscienza, alcune idee poste dai frenologi sono state confermate. Ad esempio, è stata supportata l'idea che le funzioni mentali siano localizzate in aree della corteccia cerebrale del cervello. La moderna imaging cerebrale ha permesso agli scienziati di localizzare le funzioni nel cervello e alcuni disturbi del linguaggio sono stati correlati con specifiche aree del cervello atrofizzate o lesionate. La facoltà proposta da Gall per la memoria verbale era vicina alle aree di Broca e Wernicke, che ora sono note per essere importanti aree di discorso.

Fonti

  • Britannica, The Editors of Encyclopaedia. "Frenologia." Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc., 1 maggio 2018, www.britannica.com/topic/phrenology.
  • Cherry, Kendra. "Perché la frenologia è ora considerata una pseudoscienza." Verywell Mind, Verywell Mind, 25 novembre 2018, www.verywellmind.com/what-is-phrenology-2795251.
  • Jones, Oiwi Parker, et al. "Una valutazione empirica della frenologia del 21 ° secolo." BioRxiv, 2018, doi.org/10.1101/243089.
  • "Cosa hanno effettivamente fatto i frenologi?" Storia della frenologia sul web, www.historyofphrenology.org.uk/overview.htm.